Il glossario consultabile in queste pagine nasce dall’esigenza di diffondere conoscenze e concetti che spesso si danno per scontati ma che a volte sfuggono a chi opera nel nostro settore. Esso sarà in continuo aggiornamento e sarà nostra cura ampliarlo costantemente.

È il rapporto tra la caduta di pressione della valvola completamente aperta (P1) e la caduta di pressione totale nel circuito controllato (P2) valvola inclusa

N = P1 / P1 + P2

Dati l’autorità e la caduta di pressione del circuito controllato, è possibile determinare la caduta di pressione della valvola:

P1 = N * P2 / 1 - N

Rangeability = R = KVs/KVr

dove

KVs = KVs della valvola completamente aperta
KVr = è il minimo controllabile di flusso che determina un calo di pressione di 1 bar

La rangeability rappresenta la portata minima efficacemente controllata dalla valvola.
Le nostre valvole hanno un valore di rangeability di approssimativamente 50:1 che significa che le valvole possono controllare perfettamente 1/50 della portata massima prevista a progetto.

regola fluss 1Valvole a globo 2 vie
La curva caratteristica è equi-pecentuale, con un caratteristico fattore di curva n(gl)=3. Questo garantisce caratteristiche di controllo stabile nel range di carico parziale. La curva è pressoche lineare nel range di apertura tra 0 e 30% di corsa. Questo assicura ottime caratteristiche di controllo in tutta la corsa compresa la parte più bassa del carico.


 

regola fluss 2Valvole a globo 3 vie equipercentuali
Stesso comportamento della valvola 2 vie nel percorso A-AB. Il bypass B-AB presenta lo stesso valore Kvs come il percorso di controllo A-AB. La curva caratteristica nel bypass è lineare.


 

regola fluss 3Valvole a globo 3 vie lineari
Sia il percorso di controllo A-AB sia il percorso di bypass B-AB presentano una curva caratteristica lineare e lo stesso valore KVs.

Ogni tipo di valvola è caratterizzato dal suo coefficiente di portata,detto “KVs”.

KVs, nel sistema metrico rappresenta il flusso d’acqua in m3/h (peso specifico = 1) alla temperatura di 15.5° che determina un caduta di pressione di 1 kg/cm2 (1 bar), quando la valvola è completamente aperta. Nel sistema di misura inglese il coefficiente di flusso è chiamato CV.

Convertendo KVs in CV otteniamo:

KVs = 0.865 CV        CV = 1.167 KVs

Il valore KVs rappresenta il diametro della valvola.
Calcolare il diametro di una valvola diventa dunque più facile, se si adoperano le formule appropriate, basate sull’utilizzo dei parametri KVs.

diagramma

Esempio per fluidi con gravità specifica di 1 kg/dm³ (acqua)
Portata: 7.5 m³/h acqua
Caduta di pressione: 55 kPa
Individuare il punto di intersezione tra la linea con punto di inizio al valore di flusso 7.5 m³/h e la linea al valore della caduta di pressione 55 kPa. Questo punto corrisponde al coefficiente di flusso KVs 10, di conseguenza la valvola di regolazione deve avere il
KVs 10.

Esempio per fluidi con gravità specifica diversa d 1 kg/dm³
Portata: 30 m³/h fluido con gravità specifica 0.9 kg/dm³
Caduta di pressione: 20 kPa Individuate il punto di intersezione (lato destro del diagramma) tra la linea con punto di inizio al valore gravità specifica di 0.9 kg/dm³ e la linea discendente al valore di flusso 30 m³/h Individuate il punto di intersezione tra la linea con punto di inizio al suddetto punto di intersezione e la linea al valore della caduta di pressione 20 kPa. Questo punto corrisponde al coefficiente di flusso KVs 63, di conseguenza la valvola di regolazione deve avere il KVs 63.

Il filaggio è la quantità di fluido che passa attraverso la valvola quando è completamente chiusa.
Questo dato è rappresentato in valore percentuale di KVs.

La perdita di carico è la pressione differenziale di fluido tra l’entrata e l’uscita della valvola, quando la valvola è completamente aperta.
La perdita di carico che la valvola deve avere dipende dal tipo di processo su cui è installata.

Il valore della pressione differenziale massima rappresenta la pressione differenziale massima tra monte e valle della valvola quando la valvola è completamente chiusa.
Questo valore dipende sia dal tipo di motore, sia dalle limitazioni meccaniche strutturali della valvola, come il tipo di costruzione, lo stelo, l’otturatore, le guarnizioni, ecc.

Ogni tipo di valvola può esser soggetto ad un valore di pressione statica massimo. Questo valore, chiamato “pressione di lavoro nominale”, è indicato da PN, la cui unità di misura è ovviamente kg/cm2 o bar.
Il valore PN dipende dal tipo di costruzione della valvola e dai materiali usati.

Tabella di conversione
pressioni